Degustazione vino Grigiombra – di Alessandro Valentini

vino grigiombra

Per il vino Grigiombra il percorso inizia con l’etichetta, non solo per ciò che di poetico è scritto sul fronte della bottiglia, ma anche per la vena romantica che ha portato alla produzione di questa riuscita edizione limitata.

Il richiamo sul fronte della bottiglia, alla scrittura di una vecchia macchina da scrivere, è un omaggio all’amico e giornalista Vittorio Stamerra.

Vittorio è stato tra i primi a credere fortemente nel progetto di questa giovane e ambiziosa realtà.

Il vino Grigiombra è un blend di Vermentino con una piccola percentuale di Minutolo, che sono sicuro, dati i risultati, diventerà un ulteriore fiore all’occhiello di Tenute Lu Spada.

Visivamente il vino Grigiombra si presenta con un giallo paglierino, alternato a riflessi verdolini che regalano una sorprendente luminosità.

L’impatto olfattivo è caratterizzato da una piacevole freschezza, in cui la pesca bianca, un lieve sentore di nespola e delle note agrumate sono in evidenza, accompagnate a note floreali di gelsomino.

Il gusto è ritmato dal fresco apporto acido-sapido, una leggera ma percettibile scorza di cedro e zenzero, si alterna a sentori speziati e salmastri.

L’epilogo, infatti, è nuovamente un richiamo agrumato con un chiaro timbro ammandorlato. La presenza del minutolo ci dà quel leggero tocco di aromaticità.

Il vino Grigiombra, quindi, è un compagno ideale per un risotto alla pescatora, tagliolini al gambero rosso, frittura di “paranza” e una ricciola agli agrumi.

Non hai ancora assaggiato il vino Grigiombra? Acquista la bottiglia sull’e-shop, clicca qui.